ANED Sardegna: carenze organizzative ed indisponibilità di posti dialisi, necessari urgenti provvedimenti

ANED Sardegna denuncia la grave situazione determinatasi a causa della mancanza di personale nei Centri Dialisi della regione, determinando l’impossibilità ad accogliere nell’isola i pazienti che necessitano di trattamento dialitico, penalizzando così sia i turisti che i sardi residenti in continente e desiderosi di trascorrere qualche giorno nella propria terra d’origine.

ANED Sardegna, a fronte delle numerose segnalazioni e richieste ricevute, ha sollecitato  le istituzioni per segnalare le criticità e chiedere una celere soluzione della vicenda ed ha inviato, al riguardo, una lettera all’Assessore regionale della Sanità, Luigi Arru.

La carenza organizzativa e nella programmazione, afferma Annibale Zucca, Segretario del Comitato Regionale, colpisce pazienti che necessitano tre volte alla settimana di indispensabile trattamento salvavita e non hanno pertanto possibilità di muoversi liberamente sul territorio nazionale, a meno che il trattamento non sia assicurato, e per i quali passare qualche giorno in una località differente da quella abituale di residenza e cura rappresenta un salutare e importante strumento per poter vivere senza le limitazioni imposte dalla malattia o patendole al minimo.

Le carenze e le mancanze non riguardano solo la così detta “Dialisi turistica”, in alcune zone, come ad Ozieri, mancano addirittura i posti dialisi per i residenti, una grave situazione che occorre al più presto sanare.

 

 

 

f

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi