Vaccino: ANED torna a chiedere protocolli immediati per dializzati e trapiantati

Temiamo che le differenze organizzative sul piano della Sanità tra le Regioni possano influire sui tempi e sui modi di vaccinare la comunità di persone fragili, che ANED rappresenta da circa 50 anni“.

Queste le parole del Presidente ANED, Giuseppe Vanacore, nella lettera inviata al Presidente della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, Stefano Bonaccini. A gennaio, l’associazione aveva raccolto quasi 20.000 firme, inviate al Ministro della Salute per chiedere che i pazienti fragili, come gli emodializzati e i trapiantati, venissero inseriti nelle categorie cui sottoporre il vaccino anti Covid-19 in via prioritaria.

Siamo particolarmente compiaciuti del nuovo piano strategico dei vaccini, pubblicato con decreto del Ministro della Salute l’8 febbraio 2021, nel quale viene indicata la necessità di vaccinare dializzati e trapiantati subito dopo gli ultraottantenni. Sappiamo che spetta alle Regioni dare concreta attuazione a quanto disposto dal piano strategicosottolinea il Presidente ed è questo il principale motivo della nostra lettera.

ANED, a seguito di un confronto diretto con i pazienti, ma anche con i medici e strutture sanitarie, ha proposto “di disporre la vaccinazione direttamente nei luoghi di cura; una tale modalità darebbe maggiore garanzia di celerità e di monitoraggio uniforme degli esiti della somministrazione del vaccino.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ANED

Associazione Nazionale Emodializzati
Dialisi e Trapianto Onlus
Via Hoepli 3,
20121 Milano MI

tel: 02.8057927 fax: 02.864439
email: segreteria@aned-onlus.it

C.F. 80101170159