Visite mediche per trapiantati: ANED scrive al Ministro della Salute

I pazienti cronici tutti (cardiaci, nefropatici, epatopatici, oncologici, ecc.) ed in particolare tutti i pazienti trapiantati di organi e cellule, stanno subendo tuttora grandi disagi a causa della crisi pandemica.
Uno dei principali disagi è rappresentato dalla contrazione generalizzata dei programmi di monitoraggio dei pazienti cronici all’interno degli ospedali; questi programmi, considerati attività elettive, nella crisi pandemica hanno lasciato il posto ad attività sanitarie più urgenti, ma in questa fase stentano a riprendere come sarebbe necessario.
Questo si traduce in un difficile accesso dei pazienti alle cosiddette “visite di controllo”, che sono fondamentali e rappresentano un aspetto di qualificata attività sanitaria, perché servono a monitorare la bontà delle terapie e a prevenire tutte le controindicazioni dovute al cospicuo utilizzo di farmaci di cui fa uso questa categoria di malati.

Per questo motivo, ANED, unitamente ad ACTI e AITF (le associazioni nazionali di trapiantati di fegato e cuore), ha scritto una lettera al Ministero della Salute, chiedendo che venga garantita la continuità assistenziali ai pazienti cronici.
Riteniamo che sia necessario intervenire quanto prima per accelerare il ritorno di queste attività al pieno regime, per quanto riguarda le visite e gli esami strumentali, perché temiamo – si legge nella lettera – che questi pazienti potrebbero risultare molto penalizzati“.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ANED

Associazione Nazionale Emodializzati
Dialisi e Trapianto Onlus
Via Hoepli 3,
20121 Milano MI

tel: 02.8057927 fax: 02.864439
email: segreteria@aned-onlus.it

C.F. 80101170159