Dopo l’intervento di Aned AIFA modifica i criteri di accesso alle cure anti HCV

A seguito dell’intervento e delle considerazioni espresse da Aned, la Commissione Tecnico Scientifica di AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto un adeguamento dei criteri di accesso alle terapie anti HCV (Epatite C) per i pazienti trapiantati; è stato infatti modificato il Criterio 6, che rende ora possibile l’accesso alle cure anche nel seguente caso “Epatite cronica dopo trapianto di organo solido (non fegato) o di midollo in paziente stabile clinicamente e con livelli ottimali di immunosoppressione”