Le domeniche di ANED: incontro educativo per pazienti e familiari a Milano il 3 dicembre

 

incontro educativo rivolto a nefropatici, dializzati, trapiantati e loro familiari

Domenica 3 dicembre, presso l’Aula Moratti dell’Ospedale San Carlo di Milano si terrà – dalle 9.30 alle 13.30 – l’incontro educativo “Le domeniche di ANED”, con il patrocinio della ASST Santi Paolo e Carlo e la partecipazione del Direttore Generale, Dott. Marco Salmoiraghi.

Durante l’iniziativa, rivolta a nefropatici, dializzati, trapiantati e loro familiari ed aperto a medici e personale infermieristico, si discuteranno complessivamente i temi e problemi dei pazienti e delle loro famiglie: dialisi, trapianto, diritti socio sanitari, trasporti.

 

PROGRAMMA

  • Perché questo incontro e la storia di ANED, nata al San Carlo 45 anni fa
    Mariella Scagliusi – Segretaria Comitato ANED Lombardia
  • I comportamenti che aiutano a stare bene in dialisi e con il trapianto
    Maurizio Gallieni – Direttore U.O. Nefrologia e Dialisi Ospedale San Carlo
  • Apertura nuovo CAL
    Giovanni B. di Tria – Coordinatore U.O. di Dialisi Ospedale San Carlo
  • Tutele sociali e diritti dei pazienti, trasporti in Lombardia
    Giuseppe Vanacore – Presidente ANED
  • La relazione, l’ascolto e le storie dei pazienti e dei familiari
    Betty Cimadoro – Infermiera dialisi, Ospedale di Lecco “A. Manzoni”
  • Dare “voce” ai pazienti attraverso il delegato del centro: perché è importante?
    Vincenzo Irace – Vice Segretario Comitato ANED Lombardia
  • Elezioni delegati candidati centro dialisi Ospedale San Carlo

Al termine aperitivo e saluti

Invitiamo tutti i pazienti, familiari, medici e personale a partecipare numerosi.

Le domeniche di ANED
3 dicembre 2017 – dalle ore 9.30 alle 13.00
Aula Moratti (sotto la chiesa dell’Ospedale)
Ospedale San Carlo Borromeo
Via Pio II, 3 – Milano

Per informazioni:
Comitato Regionale ANED Lombardia
Email: segreteria.lombardia@aned-onlus.it
Telefono: 320.7582747

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.